Laboratorio di linguaggio audiovisivo sul cinema documentario: i tre corti

foto laboratorio boscardin
Da gennaio ad aprile 2017 gli studenti della classe VDLA a indirizzo audiovisivo multimediale del Liceo Artistico Boscardin di Vicenza hanno partecipato a un Laboratorio di linguaggio audiovisivo sul cinema documentario, tenuto dalla filmmaker e direttrice artistica Marina Resta, mirato a fornire loro strumenti storici, teorici, estetici e etici per avvicinarsi al cinema documentario.

Il laboratorio si è tenuto durante le ore dei professori Vincenzo Pulin e Loris Rigon

I tre cortometraggi documentari realizzati dagli studenti nella fase finale del laboratorio sono stati proiettati al Cinema Primavera il 1 maggio 2017, nell’ambito di Working Title Film Festival, progetto vincitore del Bando SIAE- SILLUMINA – Copia privata per i giovani, per la cultura – Bando 1 Periferie Urbane.

Per chi se li fosse persi quella sera o li volesse rivedere, li pubblichiamo in questa pagina:

440 HZ

La frequenza del diapason di accordatura della nota La. Un viaggio tra le mura del Conservatorio Pedrollo di Vicenza, in cui i musicisti si raccontano attraverso il linguaggio universale della musica.


Soggetto, Regia, Montaggio
Marco Missaggia, Martina Battistin
Riprese Marco Missaggia, Roberto Rigon
Aiuto Regia e grafiche Elisabetta Brotto, Anna Pesavento, Giulia Soccombi
Suono in presa diretta e musica Roberto Fiore, David Djurdjavic
Tutor Laboratorio audiovisivo Marina Resta


ATA

Il film vuole portare un punto di vista più inusuale sulla scuola – di solito i protagonisti sono docenti e studenti- raccontando la giornata lavorativa di una “bidella”

con Santina Rinella
Regia e montaggio Annalisa Aballo, Francesco Paggiaro
Soggetto Francesco Paggiaro, Krizia Vagrotelli
Riprese Boris Tortora, Annalisa Aballo, Francesco Paggiaro
Aiuto Regia e casting Juliana Tatarovschi
Assistente regia Rebecca Tauber
Suono in presa diretta e musica Dilan Perera Ranaweerage
Storyboard e grafiche Marco Gemo
Tutor Laboratorio audiovisivo Marina Resta


Vite notturne

La zona industriale di Vicenza dopo le 22:00 apparentemente si ferma. In realtà è allora che molti cominciano a lavorare: camionisti, operatori ecologici, vigili del fuoco, ambulanze. Il rumore della musica proveniente dai locali notturni accompagna gli operai verso il nuovo turno.

Regia Fabio Parisotto
Produzione Lisa Fontana
Riprese Fabio Parisotto, Riccardo Gheller
Montaggio Fabio Parisotto, Lisa Maddalena, Riccardo Gheller
Sound Design Gabriele Conzato
Soundtrack Gabriele Conzato, Federico Delli Santi, Enrico Canton
Grafiche e animazione Uros Borakovic, Lisa Maddalena, Lisa Fontana
Tutor Laboratorio audiovisivo Marina Resta

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento